section header

section breadcrumb

section page title

Raccolta pareri Consiglio di Stato

section main content

CONSIGLIO DI STATO parere 4 giugno 2014 n 3061

01 Eccezioni Preliminari01.01 Inammissibilità01.01.07 Difetto di giurisdizione

REPUBBLICA ITALIANA
Consiglio di Stato
Sezione Prima
Adunanza di Sezione del 4 giugno 2014

NUMERO AFFARE 03061/2013

OGGETTO:
Ministero dell’interno.
 
Ricorso straordinario al Presidente della Repubblica proposto dal signor Maurizio Perini, nato a Faenza il 4 marzo 1970 e residente a Brisighella, per l’annullamento del provvedimento 4 maggio 2011 prot. n. 4735/6.4 con il quale il comune di Castel Bolognese gli ha comunicato la sanzione disciplinare di cinque giorni di sospensione dal lavoro e dalla retribuzione.
LA SEZIONE
Vista la relazione 25 luglio 2013 prot. n. 11017 con la quale il ministero dell’interno - dipartimento per gli affari interni e territoriali - ha chiesto il parere del Consiglio di Stato sul ricorso;
visto il ricorso, presentato alla prefettura di Ravenna il 26 agosto 2011;
esaminati gli atti e udito il relatore, consigliere Francesco Bellomo.
 
 
Considerato:
La controversia ha per oggetto questioni attinenti al rapporto di pubblico impiego “privatizzato”, precisamente alle sanzioni disciplinari erogate a dipendenti comunali, che spettano alla giurisdizione ordinaria ai sensi dell’art. 63 decreto legislativo 30 marzo 2001 n. 165, come confermato dall’art. 67, comma 2 d.lgs. 27 ottobre 2009 n. 150.
Pertanto, ai sensi dell’art. 7, comma 8 del codice del processo amministrativo emanato con decreto legislativo 2 luglio 2010 n. 104, secondo cui «Il ricorso straordinario è ammesso unicamente per le controversie devolute alla giurisdizione amministrativa», il ricorso è inammissibile.
P.Q.M.
esprime il parere che il ricorso debba essere dichiarato inammissibile.
 
 
 
 
 

     
     
L'ESTENSORE IL PRESIDENTE
Francesco Bellomo Raffaele Carboni
     
     
     
     

IL SEGRETARIO
Francesca Albanesi